Calendario incontri

luglio 12345678910111213141516171819202122232425262728293031 
agosto 12345678910111213141516171819202122232425262728293031 

PAOLO DI PAOLO - Una storia quasi solo d’amore

Venerdì 21 Luglio ore 21.30 - Viale Ravenna Mi.Ma - Viale Ravenna

Autore di romanzi. Ha vinto diversi premi tra i quali il premio Mondello, il super premio Vittorini. E’stato finalista al premio Strega. E’ tradotto in diverse lingue europee.

Una storia quasi solo d’amore – ed. Feltrinelli

Conduce ELENA NENCINI giornalista di SettesereQui

L’incontro è organizzato in collaborazione con Paradiso Hotel Bovelacci    

             

Il libro

Il libro l’autore torna al romanzo vincendo una sfida: raccontare l’amore, ma con l’intelligenza di illuminarlo nel profondo di senso metaforico. Lo spazio fra gli avverbi “quasi” e “solo” apre una prospettiva più vasta, al di là della storia d’amore. La storia, rispetto a Dove eravate tutti e a Mandami tanta vita, resta sotto traccia, ridotta a pochi eventi e luoghi: le dimissioni del Papa e l’elezione del nuovo, Londra, Roma non monumentale.Ma c’è soprattutto lo spirito del tempo, il nostro, in mezzo a una cerniera slabbrata, che da un lato chiude un secolo dallo splendore morente e dall’altro ne apre uno nascente e già opaco. La distanza tra queste due orbite, che convivono e generano attrito, è incarnata dai due protagonisti, la trentenne Teresa più radicata nelle vecchie categorie del Novecento, il ventitreenne Nino di fronte a un mare aperto, in una libertà morale senza confini. Sottilmente dialettico, il sistema dei personaggi si completa in una triade. Grazia, insegnante di teatro, “vecchia zia” e voce narrante, da spettatrice spia la vicenda, cedendo a intermittenza la parola ai due giovani. A Nino, il suo allievo più caro, dà l’occasione di diventare “il maestro di gente senza futuro”, che ha tre volte i suoi anni. Nino è un “presentista” che mal sopporta l’età dei suoi discenti, una specie diversa, ostinata a tenere in vita “qualcosa che già non c’è più, o che sta per morire”. Ironico pagliaccio, corteggiatore fortunato, apolitico, ateo, smitizzatore, è un ribelle alla seriosità dei modelli.

L'autore

L’Autore: Paolo Di Paolo, (Roma, 1983). Si rivela come scrittore nel 2003, quando entra in finale al Premio Italo Calvino con i racconti “Nuovi cieli, nuove carte”. E’ autore dei romanzi Raccontami la notte in cui sono nato (2008), Dove eravate tutti (2011, Premio Mondello e Super Premio Vittorini Siracusa, 2012), Mandami tanta vita (2013, Premio Salerno Libro d’Europa, Premio Fiesole Narrativa e finalista Premio Strega nel 2013) e Una storia quasi solo d'amore (2016), tutti nel catalogo Feltrinelli dove, nella collana digitale Zoom, sono anche compresi gli scritti La meravigliosa stranezza di essere vivi (2012) e L'Italia del pomeriggio (2014). Per l'Universale Economica ha curato un'antologia di Piero Gobetti, Avanti nella lotta, amore mio! Scritture 1918-1926 (2016). Molti suoi libri sono nati da dialoghi: con Indro Montanelli, a cui ha dedicato Tutte le speranze (2014, Premio Benedetto Croce), con Antonio Debenedetti, Dacia Maraini, Raffaele La Capria, Antonio Tabucchi, di cui ha curato Viaggi e altri viaggi (Feltrinelli, 2010), e Nanni Moretti. Ha pubblicato tra l’altro Ogni viaggio è un romanzo. Libri, partenze, arrivi. 19 incontri con scrittori (Laterza, 2007), per bambini La mucca volante (Bompiani, 2014, finalista Premio Strega Ragazze e Ragazzi) e Giacomo il signor bambino (Rrose Sèlavy 2015; Premio Rodari). Per il teatro ha scritto Istruzioni per non morire in pace (2015) Scrive per la televisione e sulle pagine culturali di alcuni quotidiani, tra cui “Il Sole 24 Ore” e “l’Unità. E’ tradotto in diverse lingue europee.

Viale Ravenna Mi.Ma - Viale Ravenna