CHI HA UCCISO MARCO PANTANI - ROBERTO MANZO

Il libro

Il libro: Negli anni Novanta Marco Pantani era il ciclismo. Il Pirata, il campione, il talento. Osannato dai tifosi che non si erano più appassionati a questo sport dal leggendario duello tra Coppi e Bartali, era l’uomo dei record e la sua popolarità era cresciuta oltremisura dopo la vittoria al Giro d’Italia e al Tour de France del 1998. Fino al 5 giugno del 1999, penultima tappa di un Giro d’Italia che stava dominando, giorno in cui viene trovato nel sangue di Pantani un tasso di ematocrito superiore al 50%, decretando lo stop alla corsa. È questo l’inizio di un calvario giudiziario per l’atleta, messo alla gogna mediatica e accusato di doping dagli stessi tifosi che prima lo osannavano. Viene spinto dalla disperazione in un tunnel, quello della cocaina, che ne avrebbe causato la morte pochi anni dopo.

"La storia giudiziaria di Marco Pantani è una storia triste, un vero dramma umano, che ha trascinato il Pirata nel baratro più profondo." Roberto Manzo, autore di questo libro e ultimo dei suoi avvocati ha deciso di scrivere questo libro per tributare il giusto rispetto e onore al compianto ciclista. Perché lui se lo merita. E non solamente per le sue doti di atleta, ma soprattutto per ciò che ha subito, la campagna denigratoria, gli errori procedurali, le accuse infamanti. Nel ventennale della doppia vittoria Giro d'Italia - Tour de France Chi ha ucciso Marco Pantani ripercorre la vicenda giudiziaria dell’atleta, oggi assolto da ogni accusa, offrendoci un punto di vista privilegiato, quello dell’avvocato di fiducia, persona che ha condiviso con il Pirata ogni atto del dramma e che cerca oggi di restituire ad un eroe caduto ogni onore e dignità.

L'autore

L'autore: Roberto Manzo (Cesena, 1964) è avvocato cassazionista. È stato l’ultimo avvocato di Marco Pantani.